SEGRETARIATO ATTIVITA' ECUMENICHE

gruppo di  Livorno

ASSOCIAZIONE INTERCONFESSIONALE DI LAICI PER L'ECUMENISMO E IL DIALOGO
A PARTIRE DAL DIALOGO EBRAICO-CRISTIANO


Il gruppo SAE è presente a Livorno da oltre 30 anni; le prime tre socie sono state Edith Garone, Milla Ciampi e Maria Bruni tutte ormai decedute più che novantenni.
Molto presto c'è stata l'adesione di un socio, Renato Rossi, che è divenuto il primo diacono permanente della nostra diocesi ed è ancora presente tra gli "Amici" del SAE. Vorrei ricordare anche Lidia Melodia, battista aderente alla chiesa valdese, che ha presto contribuito alla connotazione interconfessionale del gruppo. Purtroppo dopo la sua morte e quella del pastore Scuderi, membro aderente, non ci sono più stati soci di altre confessioni, anche se molti sono gli amici e i collaboratori valdesi e battisti. Ora il gruppo è formato da una quindicina di soci e, oltre ai consulenti protestanti e ortodossi, ha buoni rapporti con gli Ebrei. Nel '98 il gruppo ha espresso un suo regolamento, sulla base dello Statuto dell'Associazione. Per quanto riguarda il reperimento dei fondi necessari alla sua attività annuale ci si avvale di un autofinanziamento dei soci attraverso "libere quote sociali".
Già dall'inizio il gruppo ha collaborato con la diocesi impegnata in una pastorale connotata dall'assidua attività ecumenica di mons. Alberto Ablondi, ed è oggi in stretto contatto con il CeDoMEI, Centro di Documentazione del Movimento Ecumenico Italiano, fondato proprio da mons. Ablondi che ha voluto con sé come soci fondatori mons. Riva, mons. Sartori, mons. Giachetti, mons. Savio e Maria Vingiani. Tra le sue attribuzioni, il gruppo di Livorno contribuisce alla partecipazione di giovani e di seminaristi alla sessione estiva del SAE. E' utile ricordare che il SAE livornese affianca da anni la diocesi nella realizzazione della Giornata ebraico-cristiana del 17 gennaio e della Settimana di preghiera per l'unità dei Cristiani; cura inoltre, per quanto è possibile, il dialogo interreligioso, con incontri di preghiera e di studio anche con Musulmani. Considera una priorità la sensibilizzazione dei giovani al problema dell'ecumenismo e del dialogo e collabora in tal senso anche con altre Associazioni, come la Comunità di Sant'Egidio e Movimento dei Focolari.. Una caratteristica del gruppo è lo stimolo alla conoscenza della città di Livorno, caratterizzata fin dalla sua nascita, alla fine del secolo XVI, dalla convergenza di etnie e nazioni diverse che hanno lasciato loro luoghi di culto.

         Privacy Policy

Vai al sito del SAE nazionale
www.saenotizie.it

sito aggiornato al 30 05 2019